Un “Party Giallo”