Lettera del lunedì, 8 febbraio

Carissimi diciottenni e giovani,

Il brano del Vangelo di questa domenica detta “del perdono” ci ha permesso di incontrare un personaggio di nome Zaccheo.
Quest’ uomo – che finora ha condotto una vita da ladro e da peccatore – sente nel cuore, ad un certo punto della sua esistenza, il desiderio di vedere Gesù. Ed allora escogita un sistema un po’ singolare: poiché era piccolo di statura “salì su un sicomoro.”
Zaccheo non fa nulla di più, non ha nei confronti di Gesù altri desideri, non ha alcuna pretesa … vuole vederlo a qualunque costo!
Ed è a questo punto che accade l’imprevedibile. Gesù decide di entrare nella vita di questa persona, di stabilire con lui un vero e proprio dialogo, “auto – invitandosi” a casa sua. Così avviene l’evento più grande: la presenza di Gesù cambia radicalmente l’umanità di Zaccheo, cambia totalmente il suo modo di vivere.
Carissimi se uno chiede di venire a casa tua, di sedersi con te a tavola, significa che vuole diventare tuo amico. Quello che è accaduto a Zaccheo può avvenire anche a ciascuno di noi.
Il Signore Gesù, se lo lasci entrare nel cuore, dirà anche a te: “Oggi per questa casa è venuta la salvezza.”

Ricordiamoci alcuni appuntamenti di questa settimana:

Martedì 8 febbraio
Ore 20,45: Catechesi 18enni presso l’Oratorio di Carnago

Sabato 13 febbraio
Ore 20,30: Carnival Party per Adolescenti, 18enni e Giovani del decanato a Caronno

Buona settimana
Don Danilo

Lascia un commento